Consulta tutte le sentenze di merito

Le sentenze dei Tribunali e delle Corti d'Appello

powered by Surfing Waves

CONDIZIONI GENERALI

ED INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 

L’ATTIVAZIONE ED IL RELATIVO PERIODO DI PROVA DI 30 GIORNI SONO GRATUITI

ED ALLA SCADENZA NON SONO PREVISTI RINNOVI AUTOMATICI

(l’attivazione dell’abbonamento dovrà essere espressamente richiesta)

 

1. Il Motore di Ricerca GiustUp.it è sincronizzato con il Portale dei Servizi Telematici (PST) del Ministero della Giustizia e consente la ricerca e la visualizzazione delle sentenze ai soli iscritti nel REGINDE. L'accesso al Motore di Ricerca GiustUp.it è quindi consentito unicamente tramite autenticazione, limitatamente alla categoria degli Abilitati sul REGINDE.

2. L'attivazione iniziale dell'accesso tramite REGINDE, confermata con la presente informativa, consente l'accesso gratuito al Motore di Ricerca per i primi trenta giorni, decorsi i quali la consultazione sarà possibile solo previa sottoscrizione dell'abbonamento annuale. L’attivazione del periodo di prova e dell’abbonamento annuale deve essere accettata dalla Ditta PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi, a proprio insindacabile giudizio, non costituendo la presente comunicazione, la compilazione del modulo di abbonamento e neppure il versamento del prezzo un’offerta al pubblico vincolante per la Ditta. Il contratto si forma pertanto soltanto in seguito ad accettazione espressa della Ditta. Laddove sia stato comunque versato preventivamente il corrispettivo di abbonamento la Ditta PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi procederà al rimborso della relativa somma. L’attivazione del periodo di prova e la sottoscrizione dell’abbonamento non garantiscono alcun livello minimo di servizio, cosicché il servizio stesso potrà essere interrotto o sospeso in qualunque momento e senza necessità di preavviso. L’utente non potrà quindi in alcun caso formulare richieste di indennizzo, risarcimento o pretesa di sorta. Allo stesso modo in qualunque momento e senza preavviso la Ditta PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi potrà disattivare il servizio, rimborsando all’utente il solo prezzo di abbonamento proporzionale al periodo residuo di abbonamento.

3. Il Motore di Ricerca GiustUp.it consente soltanto alla categoria Abilitati sul REGINDE la messa a disposizione e la consultazione delle sentenze, esclusa pertanto ogni forma di diffusione verso soggetti indeterminati. Accedendo al Motore di ricerca GiustUp.it, l'Abilitato accetta le condizioni generali riportate nella presente informativa trasmessa tramite posta elettronica certificata, con effetti di condizioni generali di contratto ed obbligo di effettuare il trattamento dei dati personali nei termini di seguito indicati e comunque nei limiti di legge.

4. Con l'accesso al Motore di Ricerc
a GiustUp.it l’Abilitato al REGINDE, destinatario della presente informativa, si impegna a trattare i Dati Personali contenuti all'interno delle sentenze in conformità con quanto previsto dal D.lgs 30 giugno 2003 n. 193, al Regolamento UE n. 679/2016 del 27 aprile 2016, (General Data Protection Regulation - G.D.P.R.), alle linee guida dell'Autorità Garante del Trattamento dei Dati Personali.

5. L'
Abilitato sul REGINDE si impegna altresì a non effettuare la Diffusione delle sentenze e dei Dati Personali ai quali ha avuto accesso, non dandone conoscenza a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione.

6. Qualora l'Abilitato sotto la propria esclusiva responsabilità intenda comunque Diffondere le sentenze, il loro contenuto o la massima dallo stesso predisposta, si assume ogni responsabilità al riguardo, sotto il profilo civilistico, amministrativo e penale.

7. Ferma la responsabilità esclusiva e personale, l'Abilitato o chiunque altro riceva da quest'ultimo comunicazione delle sentenze scaricate da GiustUp.it proceda alla diffusione delle sentenze per finalità di informatica giuridica è tenuto al rispetto di quanto previsto dall'art. 52 del D.lgs 30 giugno 2003 n. 196, secondo cui “1. Fermo restando quanto previsto dalle disposizioni concernenti la redazione e il contenuto di sentenze e di altri provvedimenti giurisdizionali dell'autorità giudiziaria di ogni ordine e grado, l'interessato può chiedere per motivi legittimi, con richiesta depositata nella cancelleria o segreteria dell'ufficio che procede prima che sia definito il relativo grado di giudizio, che sia apposta a cura della medesima cancelleria o segreteria, sull'originale della sentenza o del provvedimento, un'annotazione volta a precludere, in caso di riproduzione della sentenza o provvedimento in qualsiasi forma, per finalità di informazione giuridica su riviste giuridiche, supporti elettronici o mediante reti di comunicazione elettronica, l'indicazione delle generalità e di altri dati identificativi del medesimo interessato riportati sulla sentenza o provvedimento.
2. Sulla richiesta di cui al comma 1 provvede in calce con decreto, senza ulteriori formalità, l'autorità che pronuncia la sentenza o adotta il provvedimento. La medesima autorità può disporre d'ufficio che sia apposta l'annotazione di cui al comma 1, a tutela dei diritti o della dignità degli interessati.
3. Nei casi di cui ai commi 1 e 2, all'atto del deposito della sentenza o provvedimento, la cancelleria o segreteria vi appone e sottoscrive anche con timbro la seguente annotazione, recante l'indicazione degli estremi del presente articolo: "In caso di diffusione omettere le generalità e gli altri dati identificativi di ...".
4. In caso di diffusione anche da parte di terzi di sentenze o di altri provvedimenti recanti l'annotazione di cui al comma 2, o delle relative massime giuridiche, è omessa l'indicazione delle generalità e degli altri dati identificativi dell'interessato.
5. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 734-bis del codice penale relativamente alle persone offese da atti di violenza sessuale, chiunque diffonde sentenze o altri provvedimenti giurisdizionali dell'autorità giudiziaria di ogni ordine e grado è tenuto ad omettere in ogni caso, anche in mancanza dell'annotazione di cui al comma 2, le generalità, altri dati identificativi o altri dati anche relativi a terzi dai quali può desumersi anche indirettamente l'identità di minori, oppure delle parti nei procedimenti in materia di rapporti di famiglia e di stato delle persone.
6. Le disposizioni di cui al presente articolo si applicano anche in caso di deposito di lodo ai sensi dell'articolo 825 del codice di procedura civile. La parte può formulare agli arbitri la richiesta di cui al comma 1 prima della pronuncia del lodo e gli arbitri appongono sul lodo l'annotazione di cui al comma 3, anche ai sensi del comma 2. Il collegio arbitrale costituito presso la camera arbitrale per i lavori pubblici ai sensi dell'articolo 32 della legge 11 febbraio 1994, n. 109, provvede in modo analogo in caso di richiesta di una parte.
7. Fuori dei casi indicati nel presente articolo è ammessa la diffusione in ogni forma del contenuto anche integrale di sentenze e di altri provvedimenti giurisdizionali
”.

 

8. Il trattamento dei dati contenti nei provvedimenti giurisdizionali pubblicati sul Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia, avviene in osservanza di quanto previsto dagli artt. 51 e ss. del D.lgs 196 del 2003 ed ai sensi dell’art. 86 del Regolamento UE n. 679/2016 del 27 aprile 2016, (General Data Protection Regulation - G.D.P.R.), secondo cui “I dati personali contenuti in documenti ufficiali in possesso di un'autorità pubblica o di un organismo pubblico o privato per l'esecuzione di un compito svolto nell'interesse pubblico possono essere comunicati da tale autorità o organismo conformemente al diritto dell'Unione o degli Stati membri cui l'autorità pubblica o l'organismo pubblico sono soggetti, al fine di conciliare l'accesso del pubblico ai documenti ufficiali e il diritto alla protezione dei dati personali ai sensi del presente regolamento”. 

 

INFORMATIVA SULL'UTILIZZO DEI COOKIES

 

a. La disciplina relativa all'uso dei c.d. "cookie" e di altri strumenti analoghi (web beacon/web bug, clear GIF, ecc.) nei terminali (personal computer, notebook, tablet pc, smartphone, ecc.) utilizzati dagli utenti, è stata modificata a seguito dell'attuazione della direttiva 2009/136 che ha modificato la direttiva "e-Privacy" (2002/58/CE), questa poi è stata adottata dall'Italia con la pubblicazione del Provvedimento del Garante dell' 8 maggio 2014.

b. Il Garante, consapevole della portata della presente decisione, ritiene pertanto necessario che le misure prescritte nella stessa siano, da un lato, tali da consentire agli utenti di esprimere scelte realmente consapevoli sull'installazione dei cookie mediante la manifestazione di un consenso espresso e specifico (come previsto dall'art. 23 del Codice) e, dall'altro, presentino il minore impatto possibile in termini di soluzione di continuità della navigazione dei medesimi utenti e della fruizione, da parte loro, dei servizi telematici.

c. Il Motore di ricerca GiustUp.it fa uso di cookie. I cookie sono piccoli file di testo, che il sito
http://www.giustup.it invia, durante la navigazione sullo stesso, al terminale dell’utente. I cookie vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi a http://www.giustup.it alla visita successiva. Vengono utilizzati tipologie di cookies tecnici, analitici e di profilazione. Il Sito utilizza dunque anche propri cookie di profilazione, cioè cookie volti a creare profili degli utenti, al fine di inviare messaggi pubblicitari basati sulle preferenze manifestate da singolo utente nella navigazione in rete all’interno del Sito.

d. La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie.

 

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL GDPR 679 del 2016

 

i. Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 del 27 aprile 2016, (General Data Protection Regulation - G.D.P.R.), si informa che i dati forniti sono necessari e saranno trattati per le finalità connesse all'attivazione dell'utente iscritto al Reginde, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati medesimi. Il Titolare del Trattamento è la Dott.ssa Chiara Morocchi (MRCCHR73E67D583D).

 

ii. Il trattamento ha comunque ad oggetto dati già pubblicati sul Reginde. Il trattamento è comunque obbligatorio e laddove l'utente non ritenga di accettarne le modalità qui indicate potrà non attivate l'utenze e dunque non cliccare sul link riportato innanzi.

 

iIi. L'utente gode dei diritti di cui all'art. 7 del D.lgs 196 del 2003 e del Regolamento UE n. 679/2016 del 27 aprile 2016, (General Data Protection Regulation - G.D.P.R.), in virtù dei quali potrà richiedere e ottenere, tra l'altro, informazioni circa i dati che lo riguardano e circa le finalità le modalità del trattamento; potrà anche chiedere l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione, l'anonimizzazione e il blocco dei dati e potrà infine opporsi al trattamento degli stessi. Tali diritti potranno essere esercitati mediante richiesta inviata mediante invio di posta elettronica certificata all'indirizzo della “PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi” o in alternativa tramite posta raccomandata.

 

Titolare dei dati

 

Titolare del trattamento dei dati è la ditta PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi, con sede in Castelfranco Piandiscò (AR), Via Dante Alighieri 17, c.a.p. 52026.

 

Prima di comunicare qualsiasi dato personale, PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi ti invita a leggere con attenzione la presente privacy policy (“Privacy Policy”), poiché contiene informazioni importanti sulla tutela dei dati personali e sulle misure di sicurezza adottate per garantirne la riservatezza nel pieno rispetto della Normativa Applicabile.

 

Fonti dei dati e scopi del trattamento

 

I dati personali forniti volontariamente, compilando i form presenti sul nostro sito web o inviando messaggi di posta elettronica agli indirizzi indicati, vengono acquisiti da PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi e utilizzati allo scopo di gestire le richieste espresse dagli utenti stessi.

 

Gli applicativi dedicati al funzionamento del nostro sito web rilevano, nel corso del loro normale funzionamento, alcuni dati (la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet), comunque non associati direttamente agli utenti. Tra i dati raccolti possono essere compresi anche, a titolo esemplificativo, l’indirizzo IP, i nomi di dominio e il tipo di browser dei computer utilizzati per connettersi al sito web, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server ed altri parametri riguardanti il sistema operativo e l’ambiente informatico utilizzato dall’utente. Questi dati, rilevati al solo fine di ricavare informazioni statistiche sull’uso del sito web e per controllarne il corretto funzionamento, non consentono, in ogni caso, di giungere all’ identità dell’utente e sono da considerarsi, quindi, anonimi. Questi dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di eventuali reati informatici ai danni del sito web.

 

Luogo di trattamento dei dati

 

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la sede e sono curati solo da personale tecnico incaricato del trattamento.

 

Modalità di trattamento

 

I dati personali e di navigazione sono trattati in forma elettronica per i tempi necessari a portare a termine gli scopi per cui sono stati raccolti. Sono osservate specifiche misure di sicurezza, come previsto dalla normativa, per prevenire la loro perdita, usi illeciti e non consentiti e accessi non autorizzati.

 

Comunicazione e diffusione dei dati

 

I dati personali inviati volontariamente a PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi attraverso la compilazione di form o l’invio di mail vengono comunicati a terzi solo se strettamente necessario ai fini della gestione delle richieste espresse.

 

Il fornitore del servizio di hosting può avere potenzialmente accesso ai dati esclusivamente per ragioni tecniche di necessità ed urgenza che richiedano un intervento per non pregiudicare le funzionalità e la sicurezza. I dati di navigazione non sono diffusi né comunicati a soggetti esterni.

 

Consenso al trattamento

 

L’utente è libero di fornire i propri dati personali attraverso la compilazione dei form presenti nel sito web o l’invio di messaggi di posta elettronica. Il mancato invio dei dati può però comportare l’impossibilità di ottenere le informazioni o i servizi eventualmente richiesti. Per quanto riguarda la navigazione nel sito web, non è richiesta la comunicazione di dati personali, ma implica solo la rilevazione di dati anonimi di navigazione. E’ possibile comunque da parte dell’utente negare il consenso all’utilizzo di cookie (vedi – Come disabilitare i cookie).

 

Conseguenze della mancata comunicazione dei dati personali

 

Con riguardo ai dati personali relativi all’esecuzione del contratto di cui Lei è parte o relativi all’adempimento ad un obbligo normativo (ad esempio gli adempimenti legati alla tenuta delle scritture contabili e fiscali), la mancata comunicazione dei dati personali impedisce il perfezionarsi del rapporto contrattuale stesso.

 

Categorie, natura e finalità dei dati trattati

 

PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi tratterà alcuni dati personali degli utenti che interagiscono con i servizi web del Sito.

 

Dati di navigazione

 

Si tratta di dati di navigazione che i sistemi informatici acquisiscono automaticamente durante l’utilizzo del Sito, quale l’indirizzo IP, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), nonché i dettagli delle richieste inviate al server del Sito, e che ne rendono possibile la navigazione. I dati di navigazione potranno altresì essere utilizzati per compilare statistiche anonime che permettono di comprendere l’utilizzo del Sito e di migliorare la struttura dello stesso. Infine, i dati di navigazione potranno eventualmente essere utilizzati per l’accertamento di attività illecite, come in casi di reati informatici, a danno del Sito.

 

Dati forniti dall’utente

 

L’eventuale invio di comunicazioni ai contatti indicati sul Sito comporta l’acquisizione dell’indirizzo e-mail e degli ulteriori dati personali contenuti nella comunicazione.

 

Facoltatività del conferimento dei dati

 

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta o comunque indicati in contatti per sollecitare l’invio della newsletter, di materiale informativo o di altre comunicazioni. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto. 

 

Conservazione dei dati

 

I dati personali, oggetto di trattamento per le finalità sopra indicate, saranno conservati per il periodo di durata del contratto e, successivamente, per il tempo in cui il professionista sia soggetto a obblighi di conservazione per finalità fiscali o per altre finalità, previsti, da norme di legge o regolamento.

 

Comunicazione dei dati

 

I dati personali potranno essere comunicati a: consulenti e commercialisti o altri legali che eroghino prestazioni funzionali ai fini sopra indicati; istituti bancari e assicurativi che eroghino prestazioni funzionali ai fini sopra indicati; soggetti che elaborano i dati in esecuzione di specifici obblighi di legge; Autorità giudiziarie o amministrative, per l’adempimento degli obblighi di legge.

 

Profilazione e Diffusione dei dati

 

I dati personali non sono soggetti a diffusione né ad alcun processo decisionale interamente automatizzato, ivi compresa la profilazione. 

 

Diritti dell’interessato

 

Tra i diritti a Lei riconosciuti dal GDPR rientrano quelli di: chiedere al professionista l’accesso ai Suoi dati personali ed alle informazioni relative agli stessi; la rettifica dei dati inesatti o l’integrazione di quelli incompleti; la cancellazione dei dati personali che La riguardano (al verificarsi di una delle condizioni indicate nell’art. 17, paragrafo 1 del GDPR e nel rispetto delle eccezioni previste nel paragrafo 3 dello stesso articolo); la limitazione del trattamento dei Suoi dati personali (al ricorrere di una delle ipotesi indicate nell’art. 18, paragrafo 1 del GDPR);richiedere ed ottenere dal professionista – nelle ipotesi in cui la base giuridica del trattamento sia il contratto o il consenso, e lo stesso sia effettuato con mezzi automatizzati – i Suoi dati personali in un formato strutturato e leggibile da dispositivo automatico, anche al fine di comunicare tali dati ad un altro titolare del trattamento (c.d. diritto alla portabilità dei dati personali); opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei Suoi dati personali al ricorrere di situazioni particolari che La riguardano;revocare il consenso in qualsiasi momento, limitatamente alle ipotesi in cui il trattamento sia basato sul Suo consenso per una o più specifiche finalità e riguardi dati personali comuni (ad esempio data e luogo di nascita o luogo di residenza), oppure particolari categorie di dati (ad esempio dati che rivelano la Sua origine razziale, le Sue opinioni politiche, le Sue convinzioni religiose, lo stato di salute o la vita sessuale). Il trattamento basato sul consenso ed effettuato antecedentemente alla revoca dello stesso conserva, comunque, la sua liceità; proporre reclamo a un’autorità di controllo (Autorità Garante per la protezione dei dati personali – http://www.garanteprivacy.it/). Le eventuali richieste a riguardo devono essere rivolte PressLex della Dott.ssa Chiara Morocchi, in quanto titolare del trattamento, all’indirizzo di PEC presslex@pec.it